7.2

Le campagne di comunicazione

Dove li butto?

Campagna di sensibilizzazione realizzata in collaborazione con l’Unione dei Consumatori, che ha visto la redazione di un opuscolo informativo chiamato DOVE LI BUTTO? sulle modalità relative al corretto smaltimento dei RAEE.

Rifiutopoli. Veleni e antidoti

Una conferenza-spettacolo dedicata a raccontare il ciclo illegale dei rifiuti - i traffici della cosiddetta ecomafia - ma anche il cambiamento concreto e visibile che i nostri gesti quotidiani possono generare. Lo spettacolo è stato ideato e condotto da Cinemovel Foundation, con il patrocinio di Legambiente e il sostegno di Ecodom e di Unipolis.

Con un’inedita modalità di racconto, RIFIUTOPOLI. Veleni e antidoti porta sul palco parole, suoni e immagini. I testi scritti e narrati da Enrico Fontana si mescolano alle macchie di colore che Vito Baroncini posa sul piano della lavagna e sovrappone alle immagini video. In una live performance, espressioni e linguaggi artistici diversi si muovono davanti allo spettatore. La narrazione scorre su più piani, per raccontare il ciclo illegale dei rifiuti, un traffico sempre più internazionale e legato alle dinamiche della globalizzazione e le sue vittime innocenti.

L’era dei RAEE. 10 anni di Ecodom

Un libro di Marco Gisotti

In occasione dei nostri primi dieci anni di attività, abbiamo deciso di raccontare in un libro la nostra storia, da quando sono diventati operativi i Consorzi che si occupano dei RAEE fino ad oggi. Dieci anni di evoluzione e di esperienze, che abbiamo attraversato non solo come il più grande Consorzio in Italia per volumi trattati ma anche come i pionieri di un nuovo modo di gestire i rifiuti, attento sia alla tutela dell’ambiente che all’efficienza economica. Un racconto sulla situazione dei rifiuti in Italia; un viaggio-inchiesta tra i protagonisti che hanno rappresentato un punto di svolta nella gestione dei rifiuti e in particolare dei RAEE. Un’analisi del passato e una riflessione sul presente e sugli obiettivi futuri.

Da Consorzio di gestione dei RAEE a protagonista nello sviluppo dell’Economia Circolare.

Storie di Economia Circolare

Un Atlante Web che censisce e racconta le esperienze di Economia Circolare in Italia e un Concorso a premi annuale per videomaker, fotografi, giornalisti e scrittori. Questo è il Progetto Storie di Economia Circolare, rivolto ai cittadini e agli addetti all’informazione, promosso da noi di Ecodom in partenariato con soggetti coinvolti a diverso titolo nella promozione dell’Economia Circolare. 
L’obiettivo dell’iniziativa è quello di stimolare le coscienze sulle conseguenze negative della crisi ambientale attuale e l’urgenza di orientare la produzione e i consumi verso la sostenibilità. Il Progetto ha visto, dunque, la creazione di un Atlante italiano di Economia Circolare: una piattaforma web geo-referenziata a consultazione gratuita e di facile utilizzo, che raccoglie le esperienze delle realtà economiche impegnate ad applicare in Italia i principi dell’Economia Circolare. Le schede dell’Atlante, contenenti le informazioni più importanti delle realtà mappate sono state curate dall’equipe del CDCA (Centro di documentazione sui Conflitti Ambientali), sotto la guida di un Comitato Scientifico composto da esperti e ricercatori di Poliedra, il Consorzio del Politecnico di Milano che si occupa di sostenibilità ambientale.

Il lavoro di mappatura, condotto durante tutto il 2018, ci ha permesso di scoprire un’Italia virtuosa, attenta alla riduzione degli sprechi e al riciclo e che lavora secondo i principi della sostenibilità.

Accanto all’Atlante web, il Concorso Storie di Economia Circolare: un concorso a premi per sviluppare tra gli esperti di comunicazione (giornalisti – video maker, scrittori, fotografi) una nuova consapevolezza sui temi della sostenibilità. Il Concorso ha una cadenza annuale e vede in gara quattro categorie di prodotti culturali, declinate in quattro diverse forme espressive: video, foto, radio e scrittura. I vincitori sono stati scelti attraverso una votazione online e il successivo voto di una giuria tecnica di qualità. Nel 2018 sono state presentate ben 118 opere, che hanno permesso di diffondere al grande pubblico con linguaggi accessibili e innovativi un messaggio fondamentale: la tutela dell’ambiente deve partire da tutti noi e dalle scelte che facciamo ogni giorno. 
Il Concorso è patrocinato dal MATTM – il Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare – e dall’Ordine dei Giornalisti.

A marzo 2019 è stata lanciata la seconda edizione del Concorso, nella quale è stata inserita anche la categoria “graphic novel”. 

Oltre ai promotori Ecodom e CDCA, i partner del Progetto Storie di Economia Circolare sono: Poliedra, A Sud, la Fondazione Ecosistemi, Banca Popolare Etica e ZONA.

Gli italiani e i RAEE: “Mille prove di Uno contro Zero”

Il Decreto Uno contro Zero che istituisce il ritiro dei RAEE di piccole dimensioni non è purtroppo molto conosciuto dai cittadini: in pratica si tratta della possibilità di conferire i RAEE di piccole dimensioni (sotto i 25 cm) presso i grandi negozi di AEE (con una superficie di vendita superiore ai 400 m2), i quali devono ritirarli gratuitamente anche se non si acquista nulla in cambio. Un diritto poco pubblicizzato e che molti non conoscono. Per questo motivo, noi di Ecodom abbiamo realizzato Mille prove di Uno contro Zero, un’indagine in collaborazione con la Web Community FriendZ, che ha effettuato un sondaggio presso i propri iscritti e ha inviato i propri “Agenti Z” nei negozi per tentare di conferire un piccolo elettrodomestico avvalendosi di quanto previsto dalla normativa: una ricerca molto vasta, che ha coinvolto quasi 10.000 utenti che hanno dismesso 1.203 piccoli apparecchi elettrici ed elettronici.

Tre le fasi dell’iniziativa: in una prima fase, si è testato il livello di conoscenza del Decreto, quindi gli utenti sono stati invitati a sperimentare il servizio e, infine, nella terza fase, è stata richiesta una valutazione sul servizio stesso, sia a chi lo ha provato per la prima volta in questa occasione, sia a chi lo aveva già provato in passato.

Diverse le criticità rilevate. Prima di tutto, la già citata scarsa conoscenza di questa possibilità, anche perché il servizio non è pubblicizzato al meglio (nel 57% dei casi è stata segnalata l’assenza di cartelli informativi specifici presso i punti vendita), poi la richiesta di alcuni negozi di comprare una nuova apparecchiatura in cambio del ritiro del RAEE da buttare. Infine, in alcuni casi, non è stato possibile usufruire del servizio perché i negozi non si ritenevano obbligati ad offrirlo o perché mancavano i cassonetti per la raccolta dei RAEE.

I Temp(l)i cambiano

Un’opera realizzata per noi da Michelangelo Pistoletto.

Il Progetto è nato nel 2009 dall’incontro di due ambizioni: la nostra di far conoscere al di fuori delle sedi tradizionali i RAEE e le opportunità legate al riciclo e quella dell’artista Michelangelo Pistoletto e della Fondazione Cittadellarte di Biella di promuovere il “Terzo Paradiso” come nuovo ideale e orizzonte sia per l’arte contemporanea che per la società civile.

La scultura realizzata dal Maestro Pistoletto è la perfetta sintesi materica delle nostre attività: raccogliere i rifiuti elettrici ed elettronici, incrementare il recupero delle materie prime da reinserire nel ciclo produttivo ed evitare la dispersione di sostanze dannose per l’ambiente. 

L’opera rappresenta un Tempio: il colonnato è realizzato con cestelli d’acciaio di lavatrici incastrati l’uno sull’altro e il timpano è realizzato con serpentine di frigoriferi dismessi. La scultura, posizionata su una base che dondola come un’altalena, rappresenta il passaggio dall’era del progresso all’era del riciclo.


L’opera è ora installata all’interno del carcere di Bollate, nel quale stiamo collaborando all’avvio di un nuovo laboratorio di trattamento dei RAEE. Dal 2009 collaboriamo infatti al progetto “RAEE in carcere”, che ha l’obiettivo di promuovere l’inclusione socio-lavorativa dei detenuti inserendoli in un processo professionalizzante e favorendo il loro reinserimento nella vita sociale e nella legalità, con due laboratori nelle carceri di Bologna e Ferrara.

I Comuni Ricicloni

L’iniziativa di Legambiente Comuni Ricicloni, nata nel 1994, è ormai un appuntamento annuale consolidato, a cui aderisce un numero sempre maggiore di Comuni, che vedono in questa iniziativa un importante momento di comunicazione degli sforzi compiuti per avviare e consolidare la raccolta differenziata, e più in generale, un sistema integrato di gestione dei loro rifiuti.

Nell’ambito di questo Progetto, nel 2018 noi di Ecodom abbiamo premiato 4 Comuni delle zone interessate dal terremoto del 2016, per essere riusciti a migliorare i risultati di raccolta dei RAEE rispetto agli anni precedenti pur in una condizione critica come quella generata dal sisma.

I Comuni premiati sono stati: Comunanza, Montorio al Vomano, Cerreto di Spoleto e Rieti.


Il Comune di Comunanza, in Provincia di Ascoli Piceno, è risultato il più virtuoso delle Marche con una raccolta di 8.600 Kg di RAEE nel 2017, il doppio rispetto alla quantità di RAEE raccolta nel 2015; il Comune di Montorio al Vomano, in Provincia di Teramo, ha raccolto 17.400 Kg di RAEE nel 2017, con un incremento del 64% rispetto al 2015; Il Comune di Cerreto di Spoleto, in Provincia di Perugia, ha raccolto 2.980 Kg di RAEE, con un incremento del 25% rispetto all’anno prima del sisma e infine Rieti, il Comune più virtuoso della Regione Lazio, che ha registrato 88.230 kg di rifiuti RAEE raccolti nel 2017, con una variazione del +8% rispetto al 2015.

I rappresentanti dei quattro Comuni sono stati premiati a Roma il 27 giugno 2018: a loro, oltre all’attestato di riconoscimento, abbiamo donato un monitor TV per le iniziative locali.

ECODOM in cifre:

124 Produttori consorziati

Quantità di Rifiuti totali gestiti (RAEE Domestici – RIPA Portatili – Rifiuti Aziendali): 126.032 tonnellate di cui:
RAEE Domestici: 105.824 tonnellate
RIPA Portatili: 8 tonnellate
Rifiuti Aziendali: 20.200 tonnellate

Totale Materie Prime Seconde recuperate (RAEE Domestici – RIPA Portatili – Rifiuti Aziendali): 112.951 tonnellate

Numero di trasporti (RAEE Domestici – RIPA Portatili – Rifiuti Aziendali): 53.263

Numero dipendenti 28 (18 donne e 10 uomini)