3.3

La nostra Organizzazione

Per noi di Ecodom la valorizzazione del personale è una priorità fondamentale. Fin dalla nostra costituzione, ci siamo impegnati a garantire ai nostri dipendenti la stabilità, attraverso contratti adeguati, e la possibilità di bilanciare i tempi di lavoro e quelli di vita privata, offrendo un impiego part-time laddove richiesto. La qualità del lavoro dei nostri dipendenti ci permette di offrire ai Produttori consorziati un servizio sempre competente, efficiente e orientato al risultato.
I nostri dipendenti godono di uguale trattamento a parità di mansioni e carico di lavoro, indipendentemente dal genere, dall’età e da altri eventuali elementi di diversità.

Il nostro è un team dinamico e giovane, con un’età media di 37 anni costituito da 28 dipendenti (18 donne e 10 uomini).

Sebbene l’attività lavorativa dei dipendenti si svolga prevalentemente in ufficio, la salute e la sicurezza dei dipendenti rappresentano un aspetto rilevante per il nostro Consorzio.


Nel 2018 non si sono verificati incidenti, né sono state rilevate malattie dei dipendenti causate dall’attività lavorativa.


La nostra struttura è inoltre caratterizzata dalla stabilità, elemento positivo che al contempo potrebbe implicare anche scarse possibilità di avanzamento di carriera. Questo limite viene compensato con il costante investimento sulla formazione e sulla crescita professionale del personale, considerato il nostro asset immateriale più importante. 

Il segreto del nostro successo risiede nel fatto di poter contare su persone sempre aggiornate e competenti, inserite in un clima di lavoro positivo e collaborativo, volto a stimolare l’apprendimento continuo e la partecipazione attiva di tutti.

Nell’ottica di pianificare, attuare ed eseguire attività di formazione e di revisione dei risultati professionali coerenti, il nostro Consorzio predispone, infine, insieme ai dipendenti un piano annuale di formazione e di performance. 


In occasione della predisposizione del Rapporto di Sostenibilità, inoltre, affidiamo ogni anno a un organismo terzo - la Fondazione Ecosistemi - la realizzazione di un’indagine sul clima interno. Al fine di tutelare al massimo la libertà di espressione, anche nel 2018 l’indagine del clima è stata realizzata in forma di chat anonima, sulla base dello stesso questionario somministrato gli anni precedenti, cosi da garantire la confrontabilità dei dati.