1.6

Il nostro Consorzio:
un abilitatore dell’Economia Circolare

L’Obiettivo numero 12 dei Sustainable Development Goals (SDGs), ovvero gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile lanciati dall'ONU nel 2015, recita: Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo.

Ma cosa significa questo in concreto?

Per consumo e produzione sostenibili si intende la promozione di un uso più efficiente delle risorse e dell'energia, di infrastrutture sostenibili, così come la garanzia dell’accesso ai servizi di base, a lavori dignitosi e rispettosi dell’ambiente e a una migliore qualità di vita per tutti.

La sua attuazione contribuisce alla realizzazione dei piani di sviluppo complessivi, alla riduzione dei futuri costi economici, ambientali e sociali, al miglioramento della competitività economica e alla riduzione della povertà. 
Il consumo e la produzione sostenibile puntano a fare di più e meglio con meno, aumentando i benefici in termini di benessere provenienti dalle attività economiche, attraverso la riduzione dell'impiego di risorse, del degrado e dell’inquinamento nell'intero ciclo produttivo, migliorando così la qualità della vita. Per realizzare questo devono essere coinvolti tutti i soggetti: imprese, consumatori, decisori politici, ricercatori, scienziati, rivenditori, mezzi di informazione. 

E’ necessario dunque un approccio sistematico e cooperativo tra gli attori attivi nelle filiere, dal Produttore fino al Consumatore. Richiede, inoltre, il coinvolgimento dei Consumatori stessi in iniziative di sensibilizzazione verso uno stile di vita sostenibile, offrendo loro adeguate informazioni e coinvolgendoli in nuove forme di approvvigionamento più rispettose dell’ambiente.

I target dell’Obiettivo numero 12 includono diversi impegni significativi sottoscritti dall’Italia, da realizzare entro il 2030, tra i quali: raggiungere la gestione sostenibile e l’utilizzo efficiente delle risorse naturali e ridurre in modo sostanziale la produzione di rifiuti attraverso la prevenzione, la riduzione, il riciclo e il riutilizzo.

L’obiettivo è sfidante: noi stiamo cercando di portare il nostro contributo, ponendoci come uno dei grandi abilitatori dell’Economia Circolare in Italia.

Lo siamo, in primo luogo, per la quantità di Materie Prime Seconde che ogni anno re-immettiamo sul mercato grazie alla nostra attività di gestione dei RAEE Domestici e dei Rifiuti Aziendali.

Lo siamo per il supporto competente ed efficace che offriamo alle aziende di ogni dimensione e tipologia in tutte le fasi di dismissione e trattamento dei loro rifiuti: un servizio di consulenza “chiavi in mano” che può realmente trasformare il problema dei rifiuti in un beneficio ambientale ed economico. 

Lo siamo sia per gli studi e le ricerche che promuoviamo o a cui partecipiamo in modo diretto, sia per le tante campagne di comunicazione con le quali promuoviamo presso i cittadini una maggiore consapevolezza sui temi dell’ambiente e della sostenibilità.